Life Guard Costa Ovest

BAGNINI IN SQUADRA E PIANO COLLETTIVO: CASE HISTORY DI EFFICACIA

OLTRE 4 KM DI SPIAGGIA DA SORVEGLIARE, 28 BAGNINI DI SALVATAGGIO, UN UNICO INTENTO: LA SICUREZZA DEI BAGNANTI

Peculiarità della squadra di bagnini di salvataggio Lifeguar Costa Ovest operanti sul litorale di Marina di Castagneto Carducci – Donoratico

28 bagnini  abilitati dislocati su 24 postazioni di salvataggio e soccorso, 2 quad di appoggio per ricerca nei casi di persone scomparse e raddoppio personale durante interventi straordinari, 1 pick-up per trasporti speciali.

Il servizio di salvataggio di Marina di Castagneto è da alcuni anni, e sempre più spesso, citato come  case history di efficacia in numerosi convegni nazionali nell’abito del salvataggio.

Molto è dovuto agli ingenti investimenti di risorse, economiche e umane, che ne fanno una realtà unica in Italia.

Un ruolo decisivo lo ha avuto l’approccio professionalizzante all’attività del bagnino di salvataggio. Dalla fase di selezione alla formazione necessaria all’adeguamento delle competenze dei nuovi assunti agli standard dei componenti più esperti della squadra. Operatori che si allenano nel corso di tutto l’anno, in piscina e soprattutto al mare, potendo contare su facilitazioni economiche sia nell’accesso a strutture come piscine e palestre che nell’acquisto di materiale tecnico (mute e accessori in generale).

Esercitazioni di gruppo continue sia nel corso della stagione  per affinare l’uso delle tecniche e il lavoro di squadra.

Oltre 4 km di spiaggia da sorvegliare, un solo intento; la SICUREZZA DEI BAGNANTI!

 Per farti un idea dell’impegno necessario a garantire questo servizio, scorri la pagina per vedere un breve filmato che mostra l’estensione della costa di pertinenza.

BAMBINI, ACQUATICITA', EDUCAZIONE BALNEARE

Cos’è un Piano Collettivo di Salvataggio (PCS)?

Il PCS è un accordo tra stabilimenti balneari e Amministrazione Comunale che con l’approvazione della Capitaneria di Porto affidano l’organizzazione del servizio di salvamento – tramite l’adozione del Piano Collettivo di Salvataggio – ad un unico soggetto professionale.

Il nostro Piano Collettivo di Salvataggio

Il Piano Colletivo di Salvataggio del Comune di Castagneto Carducci copre un litorale di circa 4 km, con 24 torrette e 28 bagnini, oltre a 10 postazioni supplementari attrezzate con rulli di salvataggio.

Il Piano è dotato anche di 5 defibrillatori semi automatici (AED), situati presso gli accessi al mare denominati: Seggio, Dune, Ondablu, Forte e Paradù.Presso gli accessi Seggio, Dune, Ondablu, Shangri-Là e Forte sono disponibili 5 poltrone attrezzate (J.O.B.) per consentire portatori di handicap di entrare in acqua.

Quali sono i vantaggi?

Per uno stabilimento balneare:  La struttura balneare che aderisce al PCS entra a far parte di un’organizzazione studiata ad hoc per il salvamento dei propri clienti; non dovendosi quindi più preoccupare della sicurezza in mare perché affidata a un organo esterno che se ne assume tutta la responsabilità, può dedicare le proprie risorse fisiche e umane in maniera totale ai servizi di spiaggia e quindi alla piena soddisfazione del cliente. 

Per il bagnante: il turista può contare su una squadra di professionisti che operano e si esercitano insieme nel corso di tutto l’anno.  I bagnini in servizio operativo sulle postazioni, sono collegati via radio e possono richiedere l’intervento di colleghi muniti di mezzi come moto d’acqua e quad. 

Perché non c’è una torretta davanti a ogni stabilimento balneare?

Il PCS deve essere visto in una logica d’insieme, perché tutta la costa relativa al Comune dove vige un Piano Collettivo di Salvamento viene salvaguardata allo stesso modo, sia essa spiaggia libera o spiaggia privata. Il litorale viene infatti suddiviso in zone a seconda di diversi fattori (pericolosità del mare, affluenza di bagnanti, ecc.) e conseguentemente vengono collocate le torrette; il bagnino è quindi responsabile del tratto di mare circostante alla propria postazione. Tutto il personale è collegato via radio, in modo che nella situazione di pericolo, possa esserci la necessaria collaborazione per ottenere il risultato in tempi brevi ed efficaci.

MARENUOTO

La prevenzione ,e quindi la sicurezza in mare, passa anche dai “piccoli” bagnanti che imaparando a conoscere e rispettare il mare ne saranno fruitori consapevoli insieme ai loro genitori.

Per questo, guardiamo con interesse a tutti coloro che si occupano sul territorio di temi come acquaticità, educazione balneare, avviamento agli sport acquatici in generale (nuoto, surf, stund up paddle, vela).

Ogni anno a Marina di Castagneto Carducci, nascono nuove realtà interessante a fornire servizi su questi temi; spesso i promotori sono bagnini di salvataggio che hanno integrato la loro formazione per garantire professionalità in un ambiente, quello marino, che non ammette improvvisazione.

Alcune di queste realtà sono:

ETRUSCA asd – Corsi di surf.

Punto scuola presso: Canado Club

info e contatti: tel.328 4314950 EMAIL. francescocsrn@gmail.com

MARENUOTO asd – Acquaticità, educazione balneare, corsi di nuoto in mare.

Punti scuola presso: Circolo Nautico Donoratico (CND), Bagno Ondablue, La Tana del Pirata, Bagni Acacia, Camping Continental

info e contatti: tel.393 0533548 EMAIL. info@marenuoto.it

sito web: marenuoto.it

MAGICO NUOTO asd Corsi di nuoto in piscina.

Punto scuola presso: piscina Bagno Shangri-Là

info e contatti: tel.338 2251130

pagina facebook: @magiconuoto

Esercitazioni Bagnini (video) - ESEMPI DI TEMI TRATTATI NELLE ESERCITAZIONI

  • Fisiopatologia dell’annegamento
  • Tecniche di sorveglianza e prevenzione dello specchio di mare di competenza
  • Tecniche di nuotate salvamento (stile libero salvamento; a testa fuori e sguardo fisso sul pericolante, rana rovesciata, nuoto laterale/side stroke) integrate con utilizzo del baywatch
  • Apnea
  • Entrata e uscita con pericolante da un canale di corrente
  • Utilizzo dei mezzi di salvataggio (pattino, tecnica di vogata singola e doppia, recupero pericolante)
  • Procedure di segnalazione e ricerca di squadra nei casi di smarrimenti
  • Protocolli di sicurezza e prevenzione
  • Utilizzo della radio e protocolli di comunicazione
  • La responsabilità del bagnino di salvataggio in servizio

CONTATTI

VUOI CANDIDARTI PER FAR PARTE DI QUESTA SQUADRA?

COSE DA SAPERE, PRIMA DI PROCEDERE CON L’INVIO DELLA PROPRIA CANDIDATURA.

Possedere i requisiti professionali: abilitazione come “bagnino di salvataggio in mare” rilasciato dalla FIN (Federazione Nazionale Nuoto) o dalla SNS (Società Nazionale Salvamento). Il brevetto deve essere in corso di validità.

Conoscenza e padronanza delle norme contenute nell’Ordinanza di Sicurezza Balneare emessa dalla Capitaneria di Piombino; documento che noi siamo tenuti a far rispettare;

Essere in buone condizioni fisico atletiche al momento della selezione, che per i nuovi inseriti avviene generalmente all’inizio del nuovo anno;

Avere la consapevolezza che svolgere la professione di bagnino di salvataggio nella nostra struttura organizzativa è totalmente diverso dal farlo nel singolo stabilimento balneare. Rispetto di procedure operative, lavoro in squadra, rigidità assoluta negli orari e nel rapporto con l’utenza (concessionari, bagnanti, capitaneria di porto), prove di verifica ripetute sullo stato di forma, impegno extra orario lavorativo per le esercitazioni e la formazione , sono solo alcune delle differenze;

Risiedere od essere domiciliati nell’arco di 20-25 km, essere auto-muniti;

Fornire un auto-dichiarazione sul non utilizzo di alcool e droghe durante il servizio.

SE HAI LETTO ATTENTAMENTE QUANTO RIPORTATO SOPRA, E POSSIEDI QUESTI REQUISITI INDICATI, SPEDISCI PURE IL TUO CV E SAREMO FELICI DI LEGGERLO. TI CONTATTEREMO NEL CASO IL TUO PROFILO SARA’ SELEZIONATO PER LE SUCCESSIVE FASI DELLA SELEZIONE.







Utilizzato questo modulo acconsenti alla memorizzazione e gestione dei tuoi dati personali sul nostro sito.

Life Guard Costa Ovest – Via Aurelia Nord 2/D2 Donoratico – 57027  (LI) – Cell. +39.335.6585902 – Email: maielli@maielli.it

WEBCAM SPIAGGIA DI CASTAGNETO

Webcam